Archivi

“Il ruolo delle Donne nella diplomazia Internazionale: costruire una pace duratura”

Interventi scritti dei relatori presenti alla conferenza “Il ruolo delle Donne nella Diplomazia Internazionale: costruire una pace duratura”, tenutasi l’11 marzo 2021. Buona lettura!

Christelle Ollandet Assistente dell’Ambasciatore del Congo Brazaville e promotrice della scuola Ollandet Savane

https://drive.google.com/file/d/1tJxql8h1G72R5myhM75NDBvtwEeGtvCA/view?usp=sharing

Marino D’Amore Docente delle cattedre di Internet e Social Media e di Social Network analysis Università Niccolò Cusano di Roma

https://drive.google.com/file/d/18Lqu7SQVE3hCmuK1Ss2SEPsXn5QIUSST/view?usp=sharing

Maria Pia Turiello Criminologa Forense, Docente Università internazionale ONU sede di Roma, mediatrice per l’alta conflittualità

https://drive.google.com/file/d/1sbfV5szkv6TdIIalSo5qa3VvF0H0tYJm/view?usp=sharing

Dal 10 al 13 Novembre si è svolta in modalità virtuale la 1st Assembly on Women, Faith & Diplomacy: Keeping Faith and Transforming Tomorrow (la prima Assemblea sul tema “Donne, Fede e Diplomazia: mantenere fede e trasformare il futuro”) promossa da Religions for Peace and the Foundation Peace Dialogue of the World Religions and Civil Society (Ring for Peace).  

Elisabetta Nistri, in qualità di presidente WFWP Italia, ha partecipato a 2 sessioni di breakout nelle giornate del 11 novembre sul tema : Freedom of Thought, Conscience and Religion: How to protect what is under threat?

E nella giornata del 12 novembre sul tema: Values-Inspired Education: Women’s Leadership in Inclusivity and Diversity. 

Le varie sessioni di lavoro e break out, sono state molto interessanti per le tematiche trattate e per la prospettiva con cui sono state trattate, sempre nel rispetto della diversità e con una visione inclusiva e propositiva. Un altro punto di forza è stata la partecipazione di ospiti da ogni continente che ha dato modo ai partecipanti soprattutto nelle breakout session, di acquisire informazioni sulle tematiche in modo globale.

Elisabetta Nistri è intervenuta nella prima sessione breakout, sulla tematica dei governi che decidono l’applicazione delle leggi che riguardano anche la sfera della vita spirituale e religiosa delle persone. A tal proposito ha riferito che sarebbe necessario da parte dei leader religiosi trovare degli accordi comuni, e presentare al governo della propria nazione, delle proposte condivise dai maggiori leader religiosi stessi, così che le maggiori ed importanti regole spirituali vengano rispettate. Ha parlato inoltre della proposta della creazione di un consiglio interreligioso all’interno delle NU che possa essere consultato nella risoluzione delle problematiche mondiali e dei maggiori conflitti mondiali, già presentata all’ONU da parte della organizzazione UPF fondata dai coniugi Moon, fondatori anche della WFWP.

La presidente ha inoltre contribuito mandando un messaggio di apprezzamento nella Greeting Platform  dell’evento.    https://youtu.be/DeSmm_2TpOo

http://wfd2020.ringforpeace.org/ video report dell’intero convegno

Le donne e il loro desiderio di amare ed essere amate

Il giorno 30 Ottobre  si è tenuto l’ultimo incontro del seminario su piattaforma virtuale “La bellezza del Mondo Femminile” sponsorizzato dalla WFWP International e promosso da WFWP Italia, dal tema: “Le donne e il loro desiderio di amare ed essere amate”.

La moderatrice dell’incontro, Elisabetta Nistri presidente WFWP Italia, dopo i saluti e la presentazione della WFWP, ha ricordato come questo evento sia a sostegno dei punti n. 3 e n.5 dell’agenda 2030 dell’ONU. Mostrando poi i posters alle sue spalle ha ricordato che quest’anno è il Centenario del Rev. Moon invitando a visitare il sito www.thelegacyoflove per trovare tutte le varie organizzazioni e le attività realizzate per la pace fondate dai coniugi Moon, che adesso stanno continuando  sotto la guida della Dott.ssa Moon, così come il prossimo #rallyofhopeurope  

La prima relatrice è stata Flora Grassivaro, Presidente WFWP Padova, che ha parlato delle qualità femminili quali dolcezza e sensibilità: caratteristiche veramente importanti ma che spesso sono accompagnate da una maggiore vulnerabilità. La relatrice ha poi continuato spiegando come il desiderio di amore sia naturale e vitale: tutti ce lo portiamo fin dalla nascita ed abbiamo un costante bisogno di colmarlo. Purtroppo la natura della maggior parte delle relazioni di oggi, spesso veloci e superficiali, non aiuta a sentirsi pienamente soddisfatti e amati. Flora ha poi citato la frase di Seneca “Se vuoi essere amato, ama”, per far capire come l’amore sia anche azione, un qualcosa che va coltivato ogni giorno con piccoli e grandi gesti. Infine ha concluso leggendo un estratto dal libro “Madre della Pace” di Hak Ja Han Moon, fondatrice della WFWP International, di cui riportiamo alcune brevi frasi: “Il vero amore si muove in maniera circolare, non si capisce dove inizia e dove finisce (…) è sempre fresco, in autunno, in inverno, in primavera e in estate, (…) nel vero amore più doni e più ricevi”.

La parola è poi tornata alla moderatrice Elisabetta Nistri che ha introdotto la seconda relatrice della serata, Onorina Gibi, psicologa e psicoterapeuta della famiglia, già presente come relatrice negli altri due incontri.

E’ seguito poi l’intervento della Dott.sa Gibi, psicoterapeuta, psicosomaticista e ipnositerapista che ha spiegato che la donna ha un forte desiderio di essere desiderata ed amata, ma questo può farla cadere nella trappola di tentare di compiacere gli altri a tutti i costi, mettendo la bellezza al primo posto, agendo solo in base a cosa la renderà più desiderabile. È importante però ricordare che questo non porta alla felicità, anzi: spesso è la base per relazioni tossiche, dove si mettono da parte i propri desideri, sogni e ambizioni solo per cercare il consenso dell’altro. Questo tipo di amore non è vero amore, è una relazione in cui il proprio compagno diventa un “predatore di energia”. La Dott.sa Gibi ha poi proseguito illustrando vari tipi di “amore sbagliato”. Ha inoltre spiegato che nel sentimento dell’amore, o meglio “dell’ innamoramento” subentrano diversi ormoni che possono essere più o meno duraturi, e che quindi una vera relazione d’amore si può costruire solo con impegno, tempo e dedizione mentale, fisica e spirituale verso l’altro. Un’altra cosa da considerare, secondo la Dott.sa Gibi, è che la donna ha una forte paura dell’abbandono, che spesso affronta con un senso di rifiuto verso se stessa. È importante però ricordare che la sofferenza può permettere di crescere, se si sa come usarla. Un buon esercizio per l’autostima potrebbe essere quello di creare affermazioni positive nel proprio dialogo interiore, come “Io valgo. Io sono una persona che renderà felice me e qualcun altro”.

La sua conclusione infatti è stata che tutte le donne meritano di essere amate da un amore vero e che questo si può fare cominciando ad amare se stesse per prime.

Ci sono poi state alcune domande dal pubblico al quale Flora Grassivaro e Onorina Gibi hanno dato risposta, ed infine la Dott.sa Gibi ha voluto fare un ultimo regalo: un esercizio di visualizzazione.

Dopo i saluti finali e vari accenni ai prossimi eventi, l’incontro si è concluso con la canzone “Hand in Hand” nel video che mostrava tutte le attività di volontariato svolte dalla WFWP International.

Qui trovate il video dell’evento, iscrivetevi al canale e attivate le notifiche per ricevere le prossime informazioni.