Per la Celebrazione della Giornata Internazionale delle Donne il Presidente della Repubblica Italiana Mattarella, ha scelto il tema DONNE DI PACE, ed ha invitato al Quirinale le donne rappresentanti delle maggiori istituzioni, del mondo politico, dei Media e dell’Associazionismo. Anche Elisabetta Nistri, come Presidente della WFWP Italia, è stata invitata alla Cerimonia.
Nei vari interventi è stato evidenziato come le donne che partecipano ai trattati di pace, riescono a portare il 25% di risultato maggiore per la risoluzione dei conflitti in quanto le donne, a differenza degli uomini, cercano il dialogo su un terreno comune, cercano una risoluzione che porti vantaggi ad ambedue le parti in causa, mentre di solito nel concetto degli uomini, la pace di ottiene quando uno vince sull’altro. Le rappresentanti dell’esercito italiano impegnate in missioni di pace, hanno raccontato che nella loro esperienza, ovunque sono state hanno visto che nei paesi in cui le donne hanno accesso allo studio ed al lavoro, la società prospera, i figli non soffrono la fame e possono andare a scuola. Quando le donne prendono responsabilità per un lavoro sono più serie e responsabili, rispetto agli uomini, sia nel restituire i prestiti sia nel portarlo avanti facendo di tutto per non fallire.
Alla fine del convegno è stato offerto un drink nella sala dei ricevimenti ed Elisabetta Nistri ha potuto contattare alcuni ministri del Governo e la sindachessa della città di Roma Virginia Raggi, presentando la WFWP e le prossime attività, tra cui il convegno del 15 Marzo al Parlamento. La Presidente ha potuto parlare direttamente anche con il Presidente della Repubblica Italiana Mattarella, ed oltre a presentare i progetti della WFWP, ha ringraziato il Presidente per aver scelto un tema così importante DONNE DI PACE, ha parlato dei progetti della IAPP (Associazione Internazionale dei Parlamentari per la Pace) invitando anche il Presidente a parteciparvi ed ha infine offerto il giornale VOCI DI PACE, che il Presidente ha ricevuto con piacere.

Questa voce è stata pubblicata il 9 marzo, 2017, in Roma. Aggiungi il permalink ai segnalibri.