Archivi

ITALIA PONTE DI PACE NEL MEDITERRANEO: IL RUOLO DEI PARLAMENTARI E DELLA SOCIETA’ CIVILE”

La federazione delle Donne per la Pace nel Mondo è lieta di presentarvi il programma ufficiale della Conferenza
“Italia Ponte di Pace nel Mediterraneo: Il Ruolo dei Parlamentari e della Società Civile” che si terrà in
Sala del Refettorio – PALAZZO SAN MACUTO – Camera dei Deputati
VIA DEL SEMINARIO 76, ROMA
il 25 OTTOBRE 2017
DALLE 14.30 ALLE 18.30
Vi ricordiamo, per chi avesse desiderio, di far presente la vostra partecipazione entro il 20 OTTOBRE all’indirizzo e-mail wfwproma@gmail.it
Vi aspettiamo!
Qui la nostra lettera di invito: 
https://drive.google.com/open?id=0B0kHQdFZFUcyQm9Eb3J1OVhTVFE

 

“The role of mothers and women leaders to facilitate integration and cohesion in Europe”

Dal 3 al 5 Novembre si svolgerà a Lisbona il prossimo convegno Europeo della WFWP dal tema:
“THE ROLE OF MOTHERS AND WOMEN LEADERS TO FACILITATE INTEGRATION AND COHESION IN EUROPE”

In allegato troverete il programma del convegno che include anche una sessione al Parlamento e al Comune di Lisbona, ed una visita a Fatima.

Varie anche le tematiche delle sessioni:
Peace Start with me: The Role of family in Education and Socialitation.
Countaring current problem of the society through Education.
Creating and living in a healthy society.

In allegato anche tutte le informazioni per la partecipazione, chi fosse interessato è pregato di contattare la segreteria. (wfwproma@gmail.com)

INVITO: https://drive.google.com/open?id=0B0kHQdFZFUcydmhUSmh4bDRWajQ

PROGRAMMA: https://drive.google.com/open?id=0B0kHQdFZFUcyWURhUmxFUWhza1k

REGISTRAZIONE: https://drive.google.com/open?id=0B0kHQdFZFUcyQWF5dENDcThkcEk

Il 1 Luglio nella sede dell’Ambasciata di Pace a Roma, in occasione di un seminario realizzato da UPF Middle East, per parlamentari e ambasciatori di pace venuti dal Medio Oriente, si è svolto uno speciale incontro volto a costruire ponti di pace e cooperazione tra gli ospiti internazionali e Parlamentari e Ambasciatori di Pace Italiani.
Tutti i partecipanti hanno avuto la possibilità di presentare pubblicamente le attività ed iniziative volte alla costruzione della pace oltre che esprimere la situazione del loro paese di appartenenza.
Giuseppe Calì, Presidente Onorario di UPF Italia ha presentato le ultime attività della UPF ed ha calorosamente dato il benvenuto a tutti gli ospiti dal Medio Oriente, tra cui parlamentari in carica dal Marocco, dalla Giordania e da Malta.
Elisabetta Nistri Presidente WFWP Italia, dopo aver riportato le ultime attività ha presentato tutti gli ospiti italiani, esprimendo il suo apprezzamento per il loro impegno in particolare verso l’On. Eleonora Bechis, l’On. Souad Sbai, ed il dottor. Massimo Marzi direttore del format “Il bene giornale”. La serata si è conclusa con la cena che è stata l’opportunità per approfondire la conoscenza tra persone molto lontane ma che scoprono di avere in comune molti interessi e stessi obiettivi.

STOP AL MASSACRO NELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO- Elisabetta Nistri

Buongiorno a tutti,

ringrazio vivamente Susanne Diku per  avermi invitato ed è un onore per me portare il mio sostegno a  questa vostra nobile iniziativa, STOP AL MASSACRO NELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO, in Piazza Montecitorio.

Ho conosciuto da tempo Susanne,  la seguo nelle sue battaglie ed ammiro lo spirito con cui le conduce, perché nonostante ci metta molta passione e determinazione, non c’è mai un sentimento di vendetta, ma solo l’impegno a denunciare ciò che è semplicemente ignobile e davanti agli occhi di tutti, promuovendo nello stesso tempo i valori della dignità umana e della  solidarietà.

La WFWP è stata fondata dal Rev. Moon che aveva un grande sogno, realizzare un mondo di pace, e prima e dopo questa ha fondato diverse altre Federazioni sempre rivolte alla pace. Da 5 anni da quando ci ha lasciato sua moglie sta guidando tutte queste iniziative.

“Alla Conclusione di ogni conflitto, dovrebbe venire un mondo ideale, in cui tutta l’umanità possa vivere gioiosamente insieme, e questo non potrà mai essere costruito soltanto con la sconfitta dei nemici in battaglia. I nemici dovranno comunque riconoscere il loro errore e sottomettersi interiormente, così che ognuno possa sentire riconciliazione e sincera felicità nel profondo del cuore.” Rev. Moon

LA PACE NON è solo L’ASSENZA DI GUERRA, ma si costruisce pian piano attraverso il rispetto e l’osservanza di tutti quei diritti che riguardano la dignità umana, e aiutano a costruire l’identità di un popolo in cui tutti contribuiscono al benessere e alla prosperità dell’insieme.

Riguardo questo punto posso dire che ci sono paesi in cui il conflitto e la guerra rimbalzano spesso sui notiziari in modo prorompente, altre guerre sono addirittura dimenticate, ma nella situazione attuale penso che la vera pace non si trovi in realtà in nessun paese.

Non posso fare altro che simpatizzare con la popolazione del Congo che subisce continuamente ingiustizie sia per la corruzione all’interno del Governo, sia per gli attacchi esterni da bande di terroristi che usano ancora lo stupro ed il massacro come arma di guerra, sia per lo sfruttamento delle ricche risorse da parte delle multinazionali straniere.

Dio quando guarda all’umanità soffre come un genitore nel vedere i figli disperati e sta cercando di guidarci verso la soluzione dei conflitti, e vorrebbe abbracciarci amorevolmente, ma siamo noi a dover agire e portare il cambiamento insieme, purtroppo lui non può farlo per noi.

In effetti io credo che nessun paese possa dire di avere un Governo che si occupa veramente del benessere dei cittadini, o che possa ritenersi intoccabile dal crollo delle banche mondiali, o immune dagli attacchi dell’ISIS purtroppo. O semplicemente con dei cittadini modello che veramente si impegnano a rispettare anche i diritti degli altri oltre che pretendere che siano rispettati i propri.

Dio quando guarda all’umanità soffre come un genitore nel vedere i figli disperati e sta cercando di guidarci verso la soluzione dei conflitti, e vorrebbe abbracciarci amorevolmente, ma siamo noi a dover agire e portare il cambiamento insieme, purtroppo lui non può farlo per noi.

Il sogno e la Visione dei Coniugi Moon è realizzabile oggi nonostante tutto. Solo se riconosciamo Dio come nostro Genitore comune oltre le differenti teologie, culture e tradizioni, allora riusciremo a vedere nell’altro qualcuno simile a noi e desiderare il bene per l’altro come x me stesso. Il bene comune deve includere ovviamente anche coloro che non credono. Può sembrare utopistico, ma abbiamo visto che tutte le altre soluzioni se sono realizzate dall’uomo da solo, non portano lontano, è necessario un radicale cambiamento della prospettiva  e dell’obiettivo.

 

Le soluzioni ai problemi di oggi non possono essere portate senza una visione globale, per il benessere comune, e questo ci deve portare  automaticamente ad un punto di vista più alto.

Inoltre la globalizzazione e quindi l’opportunità di scambi e di conoscenza di nuove culture dovrebbe insegnarci metodi virtuosi di organizzazione e risoluzione dei problemi, invece di essere occasione di sfruttamento o di sopraffazione di un paese sull’altro, o di moltiplicazione dei problemi da una nazione all’altra.

Nella Visione di Pace dei Coniugi Moon c’è alla guida del Governo, di ogni ministero, in ogni posizione di responsabilità possibilmente una coppia che come Veri Genitori possa rappresentare gli uomini e le donne e si prenda cura dei cittadini e delle necessità delle famiglie, con lo spirito di creare una grande famiglia umana.

WFWP e UPF sono attive anche in Congo e riporterò questo evento che sicuramente porterà solidarietà alle attività che l’associazione sta svolgendo là.

(Discorso della Presidente Elisabetta Nistri in occasione della manifestazione tenutasi davanti al Palazzo Montecitorio a favore della comunità congolese )